tecniche-marketing-ecommerce-b2b.jpg

Per capire cos’è un eCommerce headless e perché questo approccio tecnologico risulterà fondamentale nei prossimi anni dobbiamo considerare la grande varietà non solo di device che gli utenti digitali utilizzano (desktop, smartphone, tablet, dispositivi wearable o smartvoice), ma anche di punti d’ingresso – i cosiddetti touchpoints- da cui potenzialmente possono …

Cos'è un applicazione headless?

Un’applicazione headless è una soluzione che archivia, gestisce e distribuisce dati e contenuti (backend) in maniera separata e autonoma rispetto ala loro restituzione in termini grafici, estetici e di navigazione/interazione (front-end).
Il front-end – ovvero il layout grafico dei modelli di pagina che mostra e comunica dati e contenuti - è cioè disaccoppiato rispetto al backend che quei dati e quei contenuti invece processa.

Ciò che tipicamente accade, è che gli sviluppatori utilizzano delle API (Application Programming Interface – ovvero l’insieme di procedure utili all’esecuzione di un dato compito (es. mostra elementi su una mappa, gestisci un carrello etc…) per fornire elementi come prodotti, blog post, recensioni clienti su qualsiasi dispositivo, mentre gli sviluppatori front-end lavorano sulle interfacce, ovvero sul come presentare quel determinato contenuto a seconda del contesto di utilizzo.

Al contrario, le piattaforme eCommerce tradizionali presentano un front-end predefinito che è strettamente associato al back-end: anche laddove esistano funzionalità personalizzate e si abbia un accesso illimitato al codice, la piattaforma è progettata solo per fornire contenuti sotto forma di siti Web o -tutt’al più- app mobile.

Un'architettura eCommerce headless mette invece a disposizione una piattaforma che comprende un modello di dati back-end e un'infrastruttura basata su cloud.
E poiché la piattaforma non è strettamente collegata al back-end, essa è in grado di fornire come contenuti, prodotti e gateway di pagamento a N dispositivi e touchpoints: smartwatch, chioschi, Alexa Skills, dispositivi IoT.

pexels-maxime-francis-2246476.jpg

Le caratteristiche di un’applicazione headless

Scendiamo ora quali fondamentali caratteristiche un eCommerce headless è in grado di fornire rispetto ad un eCommerce tradizionale.

Un front-end flessibile

eCommerce tradizionale

Gli sviluppatori front-end che lavorano su un sistema di commercio tradizionale incontrano una serie di vincoli quando si tratta di progettazione: qualunque modifica apportata richiede tempo per modellare di conseguenza il database, il codice e l’interfaccia grafica e di navigazione.
Gli sviluppatori sono inoltre limitati a ciò che può essere aggiornato o modificato: il rischio di invalidare processi precostituiti è sempre dietro l’angolo.

eCommerce headless

Un eCommerce headless consente agli sviluppatori front-end di creare un'esperienza utente da zero che si adatta perfettamente alle esigenze aziendali.
Non devono preoccuparsi di modificare il database nel back-end: tutto ciò che gli è sufficiente fare è effettuare una chiamata API. In poche parole: sono liberi liberati dai vincoli solitamente associati a una piattaforma di commercio tradizionale.
La flessibilità di modificare e aggiornare modelli di navigazione ed interazione è amplificata.

Personalizzazione e flessibilità

eCommerce tradizionale

Le piattaforme tradizionali sono dotate di un'esperienza predefinita sia per il cliente finale che per l'utente di tipo admin (il team aziendale che gestisce l’aggiornamento dello store).
Nelle soluzioni tradizionali, il front-end è strettamente associato al codice e all'infrastruttura back-end. Ciò lascia poco o nessuno spazio alla flessibilità per effettuare le personalizzazioni desiderate. Per effettuare una singola personalizzazione, gli sviluppatori devono modificare più livelli di codice tra il front-end fino al livello del database.
Lo spazio per la personalizzazione è insomma scarso o limitato.

eCommerce headless

Con le piattaforme headless, gli sviluppatori possono creare la propria esperienza utente da zero. Il controllo sull'aspetto della piattaforma di commercio, sulla navigazione attraverso i diversi device e in generale sull'esperienza utente sia dei clienti che degli amministratori è capillare.
Poiché il commercio headless disaccoppiato il front-end dal back-end, si creano infinite possibilità di personalizzazione.

Commercio headless: i principali vantaggi

Analizziamo ora i principali motivi per cui è fondamentale per ogni aziendapassare al commercio headless:

Diventare davvero omnichannel

Un sistema di gestione dei contenuti headless consente di veicolare i propri contenuti (i propri prodotti!) ovunque e in qualunque modo. Ciò significa esporre i propri prodotti, video promozionali o blog post, attraverso qualsiasi canale oggi esistente o che emergerà nel prossimo futuro.

Cosa significa, per le aziende? Significa poter vendere tramite Alexa Skills, attraverso progressive web apps o dispositivi IoT.

Una piattaforma eCommerce nativamente headless, non deve riprogettare la piattaforma per pubblicare su più canali: è già naturalmente predisposta per farlo.

Mantenersi competitivi

Una piattaforma headless consente di distribuire aggiornamenti rapidi senza influire sul sistema di back-end. Apportare modifiche al front-end alla stessa velocità della tecnologia di consumo è possibile: è la fine di interfacce obsolete che si protraggono per anni senza essere rimodernate.

I grandi marchi di eCommerce digitale che utilizzano una piattaforma tradizionale di solito rilasciano un aggiornamento ogni poche settimane.
Amazon, tramite la propria architettura headless rilascia aggiornamenti in media ogni 11,7 secondi, tanto per dare una misura di comparazione.

Quando un sistema front-end non è strettamente accoppiato al back-end, non è necessario implementare un aggiornamento per l'intero sistema. In questo modo è possibile fornire aggiornamenti rapidi e rimanendo costantemente competitivi.

Fare del vero marketing agile

Un sistema eCommerce che è in grado di sostenere l’introduzione di nuove tecnologie non appena queste si affacciano sul mercato diventa un fattore determinante.
Perché significa che si presta perfettamente alla continua riprogettazione e miglioramento è di nuove e sempre più sofisticate esperienze cliente. Ciò riporta i team di marketing al posto di guida dove possono implementare più siti su diversi marchi, divisioni e portafogli.

Personalizzare il customer journey

Anche se le esigenze dei clienti cambiano nel tempo, dovrebbero comunque ricevere un'esperienza cliente coerente su tutti i dispositivi e canali.

Inoltre, le persone desiderano acquistare da marchi di e-commerce che comprendono le loro esigenze su tutti i canali. Questo va oltre il solito "le persone che hanno acquistato X hanno acquistato anche Y". Il back-end sa già cosa ha acquistato un consumatore. Utilizza questi dati per alimentare i motori di personalizzazione su CMS, app mobili e canali social.

Integrare in maniera fluida e funzionale sistemi differenti

Per definizione, una soluzione di commercio headless deve avere un'API che semplifica l'integrazione e la comunicazione con altre piattaforme.
Nella prassi ciò significa far comunicare la propria piattaforma con qualunque sistema preesistente o che andremo ad integrare nel tempo: vuol dire connetterlo direttamente con gestinoali, CRM, piattaforme della Pubblica Amminstrazone, mettendo dati e processi a fattor comune tra i diversi reparti aziendali, con riduzione dei margini di errore e dispersione di tempo.

Sei interessato a sviluppare un’applicazione headless? Scrivici per ricevere informazioni!

Articoli correlati

Una piattaforma e-Commerce B2B per …

Un e-Commerce B2B? Vediamo cos'è!Tecnicamente, un e-Commerce B2B si configura nel momento in cui avviene …

Sviluppo E-Commerce

Lo sviluppo e-commerce è diventato oggi parte integrante di molte attività online, che si tratti …

eCommerce B2B: i principali trend …

Dopo che per anni i trend sono stati trainati dal solo comparto B2C, con l’offerta …