Resta aggiornato con le ultime news SAEP!

come-scegliere-digital-innovation-manager.png

Digital Innovation Manager: il suo ruolo è decisivo nell’accelerare e guidare la trasformazione tecnologica e digitale dell’azienda per aumentarne produttività e competitività.
Un ruolo delicato, per cui è indispensabile riuscire ad individuare il consulente con la migliore preparazione non solo in termini di curriculum ma soprattutto di esperienza sul campo affinché sappia fornire un reale valore aggiunto all’azienda cui presta opera.

L’albo degli Innovation Manager qualificati

Il 25 Ottobre scorso ha segnato il termine ultimo per la presentazione della domanda d’iscrizione all’elenco ufficiale dei manager qualificati e delle società di consulenza promosso dal MiSE – Ministero per lo Sviluppo Economico.

I nuovi manager dell’innovazione potranno mettere – nella forma di libero professionista o collegato ad una società di consulenza - la propria professionalità ed esperienza specifica al servizio di PMI e reti d’aziende col vantaggio per queste ultime di poter arrivare a risparmiare fino al 50% del costo della loro consulenza.

Questo significa che ad esempio su un progetto di rinnovamento tecnologico aziendale da 40.000 euro è possibile risparmiarne fino a 20.000. Come? Facendo domanda per il voucher innovazione che propone forti agevolazioni governative a tutte quelle imprese che decidono d’investire concretamente in progetti strutturati d’innovazione tecnologica e digitalizzazione aziendale.

Sono previsti infatti 75 milioni di euro per il triennio 2019-2021 per incentivare le aziende a dotarsi della figura esterna di un Innovation Manager da coinvolgere nell’ambito di alcuni settori chiave particolarmente strategici: tra i principali, industria 4.0, big data, cloud, cybersec , AR/VR, robotica, interfaccia uomo-macchina, Internet of Things.

Trovate sul sito ufficiale del MiSE l’ elenco completo delle tecnologie e degli ambiti applicativi previsti per il voucher innovazione.

Competenze e caratteristiche dell’Innovation Manager

L’Innovation Manager è la figura introdotta dal decreto crescita e piano per l’Industria 4.0, in particolare in relazione al voucher per l’Innovazione.

#1 Profonda esperienza nell'IT

Quali competenze e quali capacità e virtù specifiche dovrebbe avere un’Innovation Manager?
La prima ed imprescindibile competenza è sicuramente quella legata allo specifico settore IT: il 70% degli Innovation Manager hanno non a caso ricoperto ruoli di management e coordinamento in ambito ICT.

L’innovatore digitale è d’altra parte colui che è in grado prima di ogni altro di vedere e programmare il percorso d’innovazione aziendale, un’innovazione precisamente digitale e rivolta alle nuove tecnologie di qui è necessario che abbia quindi profonda conoscenza, anche se non necessariamente puramente tecnica.

#2 Carisma e leadership

L’esperienza darà all’Innovation Manager anche capacità di guida e leadership verso il team di sviluppo, caratteristiche di carisma ancora più fondamentali se si pensa che il manager è un consulente terzo, esterno all’azienda: se è vero che il progetto d’innovazione che lo vede coinvolto non potrà avere una durata inferiore ai 9 mesi, dando quindi ad entrambe le parti il tempo necessario a conoscersi, è pur vero che esso rimane sempre un elemento non interno e non storico dell’azienda che deve essere in grado di muoversi con fermezza ma anche tatto e rispetto verso gli specifici contesti aziendali entro i quali si troverà ad operare.


Pensiamo alle classiche dinamiche di “abbiamo sempre fatto così”, ai limiti di aziende e team che hanno fino a quel momento maturato scarsa o quasi nulla esperienza nell’ambito della digitalizzazione interna: capiamo quindi che il ruolo dell’Innovation manager è davvero delicato e tutt’altro che semplice. Dovrà essere capace di districarsi tra il vecchio ed il nuovo, d’ispirare non solo innovazione ma anche e soprattutto fiducia personale.

grace-hopper-tweet.png

#3 La visione d'insieme

Infine, riteniamo fondamentale per la figura del consulente all’innovazione la capacità di avere una visione strategica d’insieme: virtù rara che tuttavia, quando presente, consente di cogliere i dati e le informazioni chiave che saranno capaci d’influenzare trend interni ed esterni, i cambiamenti che sapranno divenire veri elementi di svolta sul mercato e/o sui flussi di lavoro interni.
Necessaria per questo la profonda capacità di ascolto delle diverse voci all’interno dell’azienda, per metterle a confronto non solo tra loro ma anche con il quadro esterno dei competitors.

Trovare una figura di questo tipo non sarà facile, ma se sarà davvero capace di racchiudere queste caratteristiche, allora avrete trovato l’Innovation Manager davvero capace d’imprimere una svolta potente e realmente efficace all’azienda traghettandola verso una vera innovazione tagliata su misura delle esigenze interne e del mercato in cui l’azienda opera.

  • Categories:
  • Digital Innovation Manager

Articoli correlati

office-1209640_640.jpg#
Cos'è e come richiedere il Voucher Innovation Manager
Obiettivi del Voucher e iter di presentazioneL’iniziativa ha l’obiettivo di supportare tutti i progetti dedicati ai processi di digitalizzazione e ...
digitization-4667378_640.jpg#
Voucher Consulenza Innovazione: le aziende beneficiarie e la proroga per la stipula dei contratti di consulenza
Le aziende che godranno del voucher Consulenza Innovazione per il biennio 2019/2020: le premesseRicordate i nostri post 2019 dedicati al ...