Resta aggiornato con le ultime news SAEP!

quanto-costa-app-mobile-2020.png

Spesso riceviamo richieste per lo sviluppo di applicazioni mobili e tra le prime domande ce n'è una in particolare che spicca fra tutte: Quanto costa sviluppare un'app mobile? Vediamo insieme cosa incide sul costo finale.



I fattori che influenzano lo sviluppo mobile e l'importanza di un budget di avvio. Per quasi tutto ormai nella vita, utile e futile, esiste un'app. Le app mobili sono offrono indubbi vantaggi: più veloci dei siti Web tradizionali, possono anche essere utilizzate per offrire contenuti più personalizzati, l'accesso agli utenti on ma anche offline, aggiornamenti istantanei e notifiche push, che aiutano ad aumentare il coinvolgimento tra marchio e clienti. In effetti, mai come in questi ultimi giorni stiamo ricevendo richieste per lo sviluppo di app mobile e tutte pongono in primis il fatidico quesito: quanto costa.

Scegli l’app da creare in base ad un budget preciso

La domanda "Quanto costa lo sviluppo di un'app mobile?" è senz’altro legittima e altrettanto dovrebbe esserlo un’analisi specifica delle esigenze e funzionalità dell’app desiderata. Purtroppo invece poche - pochissime- fra queste richieste, presentano non dico un piano aziendale strutturato comprensivo di studio di fattibilità e analisi del budget, ma quantomeno uno studio delle funzionalità desiderate e dunque dei processi e sistemi necessari per implementarle.

Rispondere ad una domanda tanto generica è quindi praticamente impossibile. Non perché non si conoscano i costi di uno sviluppo, ma proprio perché bisogna conoscere i termini precisi di quello sviluppo per poterli adeguatamente valutare in termini di tempi e costi. Viceversa, a domanda genericissima, non potrà che seguire una risposta altrettanto genericissima ed in ultima istanza, sostanzialmente inutile.

I principali fattori che influenzano il costo di un’app

Il costo di ogni singolo progetto di sviluppo app tiene conto di una vasta gamma di fattori che possono avere un impatto determinante sui costi di sviluppo complessivi.

In questo articolo cercheremo quindi di offrire una panoramica su questi fattori, nonché sul ruolo che giocano nel costo complessivo per sviluppare un'app.

I principali fattori da tenere a mente sono:

  • Piattaforme e dispositivi di supporto: la tua app è destinata al solo mercato Android o a quello Apple? Oppure ad entrambi? Optare per uno sviluppo nativo o cross-platform cambia sostanzialmente i costi, ma è una scelta che va ponderata anche in termini di prestazione tecniche che si vogliono ottenere.
  • Scopo / Funzionalità
  • Punti di integrazione: la tua app deve integrarsi con servizi esterni? Dati social? Interfaccia con sistemi gestionali? Mappe e API esterne? E quanto profondamente deve farlo, ovvero che genere di dati e capillarità deve riuscire a tracciare? Semplificando in extremis, maggiori e più profondi sono i punti d’integrazione, maggiore sarà lo sforzo d’integrazione e il costo di sviluppo.
  • Complessità dell’interfaccia utente: più dati/funzioni/filtri ect ci sono da mostrare, più lungo e di precisione sarà il lavoro di chi progetta la cosidetta UX (User Interface), ovvero l’arte di rendere non solo graficamente gradevole ma soprattutto intuitivamente navigabile la tua applicazione.
  • Avrà bisogno di un backend? Ovvero: pensate che oltre all’interfaccia utente per chi la usa sarà necessario prevedere un pannello di controllo per gli amministratori? Se sì
  • Funzionalità hardware (navigazione GPS, NFC, rilevamento del movimento, Bluetooth): quanto è necessario/auspicabile che l’app sia integrata con funzioni hardware del dispositivo (camera, spostamento sul territorio etc…). La questione è rilevante ad esempio nel valutare o meno opzioni di sviluppo crosss-platform.
  • Costo di manutenzione: ebbene sì. Esistono anche questi. Ci sono quelli variabili, dati dall’introduzione nel tempo di nuove funzionalità e richiederanno specifiche valutazioni a parte. Ma ci sono anche i costi fissi: la tua app deve “stare” da qualche parte. E da quel “luogo” in cui sarà posta genererà traffico in termini di accessi, upload e download, trasmissione dati.

In virtù del numero e della varietà di questi fattori del fatto che i costi possono variare così tanto, affronteremo la richiesta tenendo conto di tutti gli aspetti coinvolti per aiutarti a farti un'idea dei potenziali costi. E’ solo allora che riusciremo a fornirti l’unico dato veramente utile: un preventivo o range di costi non generico, ma quantomeno verosimile.

In virtù della moltitudine e variabilità di tali fattori, affronteremo allora la tua richiesta per aiutarti a farti un'idea dei potenziali costi nell’unico modo davvero utile: una stima se non esattissima quantomeno realistica e verosimile, perché basata su un minimo di analisi dei prerequisiti.

quanto-costa-app-2020.png

Lasciatevi fornire alcuni dati su cui ragionare insieme.

Il commento immediatamente successivo alla richiesta di costo dell’app, spesso in risposta alla contro-domanda “Cosa deve fare l’app che state progettando?” è spesso: “Un’app molto semplice. Una specie di uber/instagram/the fork etc…ma”.

Ecco.

Lasciatevi fornire alcuni dati su cui ragionare insieme.

  • Prendiamo Instagram: aveva un budget iniziale di $ 500.000, budget già piuttosto elevato direte voi, ma nella sua fase iniziale non includeva nemmeno il costo dello sviluppo in Android.
  • Ancora Uber: budget iniziale di $ 1.500.000, seguito da un altro round di finanziamento molto più elevato.

Questo per farvi capire che quando chiedete qualcosa di “molto semplice, tipo The Fork”, non stiamo in effetti parlando di app “semplici”. La ragione per cui sono così “semplici” da utilizzare è perché qualcuno vi ha investito moltissimo in termini d’interfaccia, architettura dei dati, sostenibilità del traffico e degli accessi.

Entrambe queste app hanno aspetti di backend molto pesanti, il che illustra un punto estremamente importante da ricordare: le app che richiedono lo sviluppo di backend costano significativamente di più rispetto alle app standalone. Detto questo, possiamo dedurre il fatto che le app con interfacce utente più complesse e quelle che richiedono qualsiasi tipo di sviluppo back-end significativo.

Non è affatto detto che dobbiate sostenere questi costi, né che inizialmente dobbiate puntare a tali livelli di efficienza (a meno che non abbiate un grossissimo sponsor alle spalle): probabilmente la vostra app è realizzabile con molto meno, proprio perché offrirà molto meno, ma è bene esserne realisticamente consapevoli e non semplicistici.

Un'app di alta qualità non è un compito da poco

Tieni sempre presente che la creazione di un'app di alta qualità e di successo non è un compito da poco. In effetti, ci vuole una vasta gamma di abilità e competenze diverse affinché un'app possa guadagnare popolarità e invogliare i proprietari di smartphone a iniziare effettivamente ad usarla.

È anche importante notare che ci sono molti costi aggiuntivi per lo sviluppo di app che vanno oltre il prezzo iniziale della cosiddetta versione 1.0, che in genere include solo i costi di gestione del progetto come UX, progettazione e sviluppo dell'app come immettibile sui marketplace.

Oltre al costo di sviluppo iniziale cioè, dovrai includere un budget minimo per gli aggiornamenti in corso e le patch di sicurezza, oltre a qualsiasi altra manutenzione che dovrai eseguire in futuro.

Quindi, per riassumere il costo dello sviluppo di un'app:

  • Il costo complessivo dello sviluppo di app si basa principalmente sulle sue funzionalità, complessità e piattaforme di supporto.
  • Le app che richiedono server back-end o API costano molto di più.
  • Assicurati di includere aggiornamenti, marketing e altri costi aggiuntivi nel tuo budget.

  • Categorie:
  • Sviluppo app mobile

Articoli correlati

aperitivo-gruppo.jpg#
Aper-IT: il nuovo format di ...
Aper-IT: il nuovo format di networking e formazione IT…con brindisi.Aper-IT (leggi: “aperitì”) è il primo ...